Acciaio, un bel libro

In questi giorni sto leggendo un romanzo davvero notevole. Si intitola ‘Acciaio’, è nelle librerie da qualche mese, ed è un racconto di geografia vera. Parla di due ragazzine quattordicenni e del loro ‘diventare grandi’, nel 2000, in un quartiere popolare di Piombino. Inseguendo il loro percorso, l’autrice, Silvia Avallone, classe 1984, al suo primo romanzo, tratteggia i margini incerti di un’Italia sempre più in difficoltà a definirsi, a riconoscersi. Lo fa con maturità e sensibilità, attraverso una scrittura limpida – ma profonda – che non si perde nella memoria, è viva e rende vivissima la storia e i suoi giovani (e non) protagonisti.
L’adolescenza, il rapporto con le famiglie e il contesto abitativo, le acciaierie di Piombino, il mare, le discoteche, i casermoni, le droghe, gli amori, la politica, sono alcuni degli ingredienti.
Un bel viaggio per noi che, in un modo o nell’altro, ce li abbiamo intorno tutti i giorni, gli adolescenti, e spesso ci sentiamo disarmati davanti a un mistero.
Leggete e pensateci su.

 

Annunci

Un pensiero su “Acciaio, un bel libro

  1. ciao Alfio, il libro l’ho già letto circa 5 mesi fà.Anche se non sono più adolescente, l’ho trovato interessante ma mi ha lasciato un senso di tristezza.Buone Feste .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...