Il colore del vento


Negli ultimi mesi il Mediterraneo è tornato al centro dei riflettori. Un tempo culla della civiltà, oggi scenario della rivoluzione dei paesi ‘di scarto’. Il Colore del vento è un documentario che tenta di ricucire assieme i tanti temi che si sviluppano attorno alle sue acque e terre dolenti e bellissime. Commentato dalle musiche di De André e Pagani, si snoda un viaggio attualissimo che ci porta sulle rotte dei migranti in rivolta,  tra le memorie di guerra, nel razzismo quotidiano, alla scoperta delle radici di una cultura del viaggio. Il mercantile su cui la troupe ha svolto buona parte del lavoro raccoglie testimonianze, sguardi, odori, a Tangeri, Lampedusa, Dubrovnik, Soussa, Beirut, finendo nei vicoli genovesi. Bigoni dirige con passione, misurando lo sdegno nelle parole e negli sguardi di chi racconta.
Insomma, un bel lavoro policentrico: sono diversi i temi a cui viene data grazia, forse troppi, così che talvolta i confini sfumati diventano imprecisi o indefiniti e non dicono più.
Qui, una recensione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...