La riforma Gelmini sbarca in Brianza

E si rivela per quello che è: un attacco diretto all’integrità dell’istituzione scuola.
Anche oggi nuovo punto della situazione tra dirigenza scolastica, insegnati, studenti e genitori al Greppi di Monticello che, secondo le ultime decisioni ministeriali, sta per perdere l’indirizzo ‘classico’ avviato nel 2008.
Il liceo classico al Greppi è un bene non negoziabile per questo territorio dinamico e densamente abitato. Per questi ragazzi che hanno intrapreso qui i loro studi le alternative sarebbero quantomeno lontane (a Lecco o a Monza). E’ un bene non negoziabile ancor più a posteriori, a triennio già avviato. Un assurdo.
Ma questa del Greppi è solo la goccia che fa traboccare il vaso già colmo della ‘riforma’ Gelimini (date un’occhiata ai dati provinciali, per farvi un’idea). Facessero un referendum sull’operato di Tremonti e Gelmini altro che quorum: le famiglie, ora, dopo tanti annunci rimasti inascoltati, se ne stanno accorgendo alla grande. Ed è inutile ripetere che tagliare sulla scuola significa avere meno futuro davanti.

Se non lo avete ancora fatto vi invito a firmare la petizione on-line organizzata dagli studenti del liceo classico di Villa Greppi. Ci mettete un minuto e ci guadagnate una possibilità in più per i vostri figli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...