Todo cambia

Recitava così la canzone di Mercedes Sosa colonna sonora di Habemus papam, ultimo film di Nanni Moretti. E forse non poteva trovare collocazione temporale migliore per salire alla ribalta delle scene italiane e internazionali.
Che nell’ultimo periodo, infatti, si registrino continui, piccoli e grandi, fratture e segni di discontinuità verso l’ordine di cose imperante è un dato di fatto, fatto concreto la cui figura si può comporre collezionando risultati e dati numerici dell’ultimo periodo. A tal proposito, avete notato come non si è placata la protesta degli indigandos spagnoli che oggi hanno segnato un altro record di presenze in piazza? Credo abbia ragione Castells quando nella sua analisi apparsa qualche giorno fa su Internazionale dice: ‘quelli che minimizzano i wikiaccampamenti non ne capiscono ancora la portata’. Se ne accorgeranno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...