Santo Spirito d’Ocre

Dalle mura del monastero di Santo Spirito si apre un ampio orizzonte sulla valle dell’Aquila e i rilievi intorno. La sera avanza con le ombre dei monti sul piano, ombre che fanno più scura la verdura dei campi e dividono prati a metà. Avanza e con loro porta profumo di pietra tiepida e lavanda. L’orizzonte sfuma nel tramonto, bagliore d’oro.
La gente di qui dovrebbe essere più accorta, più gentile, penso guardando da quassù, più saggia e bendisposta alla vita, aperta. Dovrebbe aver appreso armonia e temperamento di questi luoghi. Invece, spesso, cultura locale, per dir così, si manifesta in brutti cementi e tanti rifiuti a guarnire banchine e strade, a sorprendere malamente, a contraddire il paesaggio. Come se la bellezza fosse muta o inascoltata.
Se solo questa terra ripartisse da qui, da questo tramonto…

Annunci

Un pensiero su “Santo Spirito d’Ocre

  1. lascia un po’ d’amaro in bocca, quando si tocca ci si scontra con tali realta’. Un vero peccato (il businnes domina quando c’e’ indifferenza) Goditi la natura intanto che ti e’ possibile. Ti invidio un po’. ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...