Autostop

Passeggio a Carovilli. Una bella strada porta in fondo alla campagna costeggiando un ruscello e la ferrovia. Il paese sorge sulla sommità del colle che domina la piana.
Da una masseria tra i boschi di Ateleta, gestita dal buon Paride, è cominciata questa giornata. Adesso che cammino all’ombra d’oro del tramonto pare una settimana fà. Lasciando Ateleta abbiamo lasciato gli Abruzzi (rigorosamente al plurale, per la diversità dei loro paesaggi) per tentare di seguire i tratturi della transumanza e addentrarci nella terra di Molise. Tentarci, sì. Di tentativo fallito s’è trattato: ci siamo persi e tornati sulla provinciale, dove il buon Mariano s’è accostato e ci ha offerto un passaggio.
Nel cammino va così, si tenta e poi se non si riesce vuol dire che il caso chiama da un’altra parte. Quel che conta è non perdere spirito e senso di quel che si fà. Accettare un aiuto, anche. Tipo l’autostop, che toglie asfalto, fà arrivare per cena e regala un incontro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...