Terraferma

Soggetto e regia italiani, produzione francese, fotografia incantevole e una colonna sonora che coinvolge (Rene Aubry e Noir Desire, tra gli altri).
Nel terzo film di Crialese – ancora una volta, dopo Nuovomondo e Respiro – le vicende girano attorno al mare (Linosa), mare come crocevia degli uomini e delle loro vite, mare come eterno movimento e mistero. Una pellicola poetica e coinvolgente che offre tanti spunti grazie alla contrapposizione di elementi che ripropongono conflitti vecchi e nuovi: partire – restare, cambiare – resistere, applicare la legge dei testi o quella del cuore, alcuni solo accennati, altri portati a fondo. Un film che vivamente consiglio di andare a vedere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...