Le mie dicotomie

Dopo un po’ di tempo che non andavo in città, ieri sono stato in città. Quando mi chiedono: ‘vivere in città o in campagna?’ – e, sapete, a me, sarà che ne parlo, l’hanno chiesto – io non so mai cosa rispondere. Forse che dove abito io veramente non si capisce più dov’è l’una o l’altra cosa. Se dici città, in genere, ti dicono che manca il verde, e i campi, e poi la vita a passo lento, l’aria buona, l’aria aperta, e tutte quelle cose lì. Ti dicono che dovresti pensare a quello che c’è ma non si vede, in campagna. E fai la figura di quello superficiale. Se invece rispondi campagna, peggio: e che claustrofobia, e che senso di desolazione, e che puzza, e che non c’è mai un cazzo da fare. Ti sommergono.
Ieri sono stato in città ed era tanto che non c’andavo, in città. Mi ha stupito il fatto che, in pieno giorno, mi son seduto su una scalinata, che dava su una piazza, che dava su altre scalinate, al sole, e la piazza era deserta. Allora, non avendo altro da guardare, ho tirato fuori un libro e l’ho letto. Mentre sfogliavo il libro si è venuto a sedere qualcuno, ma sistemandosi un po’ lontano. Verso le tre del pomeriggio, che, voglio dire, è già una bella ora, eravamo lì sulle scale: io, tre rumeni, due maghrebini e un certo numero di piccioni. Che si stava anche bene al sole, sulle scale. Io, dopo un’ora, a un certo punto, c’era talmente silenzio che, smettendo di sfogliare il libro, ho guardato la linea dell’orizzonte, che combaciava perfettamente con i confini del piazzale, vuoto, e poi ho guardato le grandi scale e noi seduti sopra gli scalini: otto persone in ottanta metri. E devo aver pensato: ma va te la domenica che desolazione, è tutto chiuso e, a parte star qui, sulle scale, al sole, in questa città non c’è proprio un cazzo da fare.

Con questa storia volevo dirvi che dovremmo smetterla di tirar su figli a forza di dicotomie. Ma non so se si è capito che volevo dirvelo, comunque.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...