Il giorno di un altro

Stavo ascoltando prima una canzone di Gianmaria Testa, che poi è una di quelle voci che da queste parti circolan sempre, che dice così:

E poi viene un giorno
che a guardarlo passare
sembra il giorno di un altro
e di un altro le cose da fare
e di un altro la voce
e anche l’ombra sui muri
e di un altro anche i fiori
che ho preso per te.

La stavo ascoltando e ho pensato che ultimamente è una cosa che mi capita quella lì – sarà una crescita tardiva, forse che ti cambiano i gusti o le persone intorno, non so – e che la canzone è bella ma la sensazione no. Proprio no.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...