Le domande grandi

In questi giorni a scuola c’è un’aria primaverile. Allora ogni tanto ci si intrattiene un po’ a chiacchierare nel cortile, al primo sole. Sopra l’asfalto del parcheggio e sotto il cielo pulito della prima primavera, si capisce meglio che si ha a che fare con un’età giovane e per certi versi assoluta, si fanno qualche volta quei discorsi che accompagnano certi pezzetti di vita, quelli in cui ogni tanto, in mezzo al traffico, si incontran domande molto grandi.  Probabilmente grandi più di quel che possiamo.
Ecco, l’altro giorno dopo aver parlato di religioni, in classe, di religioni e quindi necessariamente di domande grandi, l’altro giorno ci siam fermati fuori e qualcuno, senza la cattedra in mezzo, mi ha interrogato un po’ sul tema. Mi han domandato e lei come si pone in questa storia qui delle religioni? ne ha una? pratica? che ne pensa?
Io ho spiegato un po’ la mia situazione, che non è delle più facili da spiegare e, a un certo punto, una ragazza mi ha chiesto: ma che senso ha la vita se non c’è un Dio? E lì per lì mi son fermato senza sapere cosa dire, sorpreso in uno di quei silenzi che dicono che non c’è risposta possibile, a una domanda così. O forse solo che non te l’aspetti, voglio dire. Anche perché, così, su due piedi, ho pensato tra me, sarei in difficoltà a rispondere a una domanda anche più corta: che senso ha questa storia?
Potremmo parlarne a lungo, ho detto. Ma un po’ ho fame e un po’ questo pomeriggio vorrei andare a fare due passi all’aperto in mezza montagna.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...