Diario atlantico y sentimental – Cartoline – Cromeleque dos Almendres

DSCN2722

«Il viaggiatore dormirà qui, a Sao Gens, vicino a Serpa. Proprio qui dietro c’è l’Ermida de Nossa Senhora de Guadalupe. Quel che c’è da vedere si vede da fuori. Questa non è come il paesaggio che gli si stende davanti agli occhi. Quest’ultimo chiede di essere visto dall’interno. E’ una distesa di alberi e colline quasi pianeggianti, semplici poggi che si confondono con la pianura. Il sole è tramontato ma la pianura non si spegne. Ricopre la campagna un pulviscolo dorato, poi l’oro impallidisce, la notte si avvicina pian piano, accendendo le stelle. Più tardi sorgerà la luna, e i gufi si lanceranno i loro richiami. Il viaggiatore, davanti a quello che sta vedendo, ha voglia di piangere. Forse prova pena per se stesso, dispiacere di non essere capace di esprimere a parole che cosa sia questo paesaggio. E dice solo questo: “è la notte in cui il mondo può cominciare”.»

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...