Caos a stelle e striscie

Ho avuto la fortuna di avere Sapelli come professore alla Statale di Milano. Un uomo che mi ha dato qualche strumento in più per comprendere il presente.
La lettura dell’intervista che trovate qui, da questo punto di vista, mi pare di grande utilità.

Mogherini nella sua recente visita a Mosca ha confermato a Putin l’interesse dell’Italia a portare a compimento il Southstream, il gasdotto strategico che scavalca l’Ucraina passando per il Mar Nero.

Dietro a questa posizione di Renzi e Mogherini c’è ENI (e insieme a lei, EDF e le altre aziende europee clienti di Gazprom). E quindi contro l’ipotesi “Mogherini” ministro degli esteri europeo appaiono gli Stati Uniti con il loro progetto transatlantico per portare in Europa il nuovo gas  da scisti bituminosi.

Ecco da dove deriva il caos: il nostro giovane ministro finirà vittima della politica statunitense in Europa di cui parla Sapelli, per intenderci la stessa politica alla base di quanto sta accadendo in Ucraina.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...