Il Cammino di San Benedetto

DSCF6585

Arriviamo a Rieti in un torrido pomeriggio di luglio, il treno diesel monovagone partito da Terni si è infilato in una valle stretta e selvosa e dopo meno di un’ora si è arrestato a destinazione. Fuori dalla stazione il termometro segna 38 gradi centigradi e un cartello ci avvisa che ci troviamo nell’ombelico d’Italia, insolito concetto del baricentro di uno stivale. Zaino in spalla, riempiamo le borracce a una fontana e partiamo verso la prima meta del nostro itinerario d’Appennino: “la Foresta”. Nella foresta di Rieti San Francesco dimorò per qualche tempo ed ebbe ispirazione per il suo “Cantico delle creature”.

Oggi “La Foresta” è un’abbazia con spazi di accoglienza gestiti dai ragazzi di “Mondo X”, per raggiungerla bisogna uscire dalla città e seguire le curve per circa sei chilometri; i primi passi in salita ci portano in una bella campagna punteggiata d’ulivi e poi su per colline; si presagisce quale sarà l’atmosfera lungo il cammino dei prossimi giorni. (continua a leggere su Vorrei.org)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...