La disperazione e il terrorismo

Ospite del ciclo di incontri “Le migrazioni del Mediterraneo”, Beatrice Nicolini spiega come estrema povertà e assenza di prospettive siano il terreno ideale sul quale far proliferare il terrorismo islamista. L’Europa, con i suoi atteggiamenti incoerenti, ha delle responsabilità e non si può chiamare fuori.

alshabaab1

«Ci troviamo davanti uno scenario di giovani arrabbiati, ragazzi senza istruzione e senza prospettive, per i quali è molto facile scivolare dentro queste realtà criminali; questi gruppi promettono da vivere e danno senso a vite che spesso faticano a trovare un orizzonte fuori dalle privazioni e le fatiche quotidiane. Gruppi come Al Shabaab offrono subito a chi si arruola una moto cinese da 300 euro e 700 euro in contanti, invitano a unirsi alla lotta contro chi ha ridotto i paesi alla fame, chiunque essi siano». Continua a leggere su Vorrei.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...