Caserta

DSCF3179
A Castelvolturno, presso il caseificio “Terre di don Peppe Diana”

Eccoci sul treno di ritorno, reduci da un viaggio d’istruzione tra le province di Napoli e Caserta, un’esperienza d’incontro – breve ma intensa – con diverse realtà che lavorano oggi su terreni confiscati alla camorra; un’intuizione di Giulia Venturini, responsabile dei campi della legalità per ARCI Lecco, accolta da Lucilla Barassi, docente di diritto e responsabile di progetti e iniziative culturali del nostro istituto.
Dopo il percorso di approfondimento in classe, che ha occupato tante ore da settembre a oggi, l’idea era quella di poter vivere direttamente le condizioni in cui versa una parte del Paese e le risposte positive che gli abitanti di quei territori stanno provando a dare.
Una proposta di viaggio ragionante, che invita a confrontarsi con l’irriducibile complessità di alcuni problemi, nella convinzione che la scuola debba dare soprattutto gli strumenti e i modi per pensare a una realtà diversa da quella che c’è.
Dei tanti chilometri e incontri spero di poter scrivere meglio nei prossimi giorni. Per il momento vi invito a leggere i resoconti stesi sera dopo sera dai ragazzi della 4^A e pubblicati sulle pagine di merateonline.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...