I giorni di Altamura – Arrivo nella Murgia

Antonio mi chiede perché io non pensi seriamente all’occasione di andare in Puglia. Basta questa riga di parole a farmi comprare un biglietto per Bari e poi una tratta più breve per Altamura, ferrovie appulo-lucane. Antonio abita in Brianza, ma è originario di quelle zone e più di una volta ci siamo detti che sarei andato a trovarlo, prima o poi.

Nel giorno di ferragosto risalgo dal mare di Bari lentamente nell’alta Murgia, scoprendo i lunghi gradoni di cui è formata la Puglia. I paesi sembrano macchie di vernice bianca cadute qua e là sopra un foglio di cartapesta. Antonio non è ancora arrivato in città, gentilmente mi ha affidato alle cure di alcuni amici.

Caterina arriva a prendermi e mi porta in un appartamento che non ho dovuto nemmeno impegnarmi a cercare. La signora che mi affitta la spaziosa abitazione chiede pochi euro per una settimana e mi fa trovare persino bibite e gelati nel frigo.
Gli amici di Antonio – e senza che Antonio sia presente – mi aprono le loro porte, mi prendono, accompagnano, nutrono. Non sono stato accolto, ma avvolto. Ed è una sensazione piacevolissima. Che così, in modo così ampio e intenso, non mi era mai capitato di provare.

DSCF6162-001

Il primo giorno ad Altamura la nostra occupazione è un lungo itinerario nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia. Arcaico, incantevole, desolato. Uliveti, doline; sterpaglie, fieno e ferule; agricoltura povera; vento; i grandi mulini moderni fermi agli angoli dell’orizzonte.
L’itinerario si conclude all’imbrunire, appollaiati sotto la luna e sopra le rovine del Guaragnone. Come un lupo ululerei davanti a tanta selvatica ampiezza, ma non conosco ancora i miei accompagnatori e, come un falco grillaio delle Murge, mi limito a scrutare l’altopiano lunare, le linee, le ombre lunghe, le incisioni.

DSCF6190-001

Molti degli amici di Antonio fanno parte di Link, un’associazione che si occupa di scambi culturali tra giovani di tutta l’Europa.
Il secondo giorno ad Altamura l’ho passato come (quasi) volontario dell’associazione. Sono uscito alle 9 di casa e sono rientrato a sera fatta, senza interruzioni. In giornata abbiamo fatto i capunti (delle specie di cavatelli) a mano con ragazzi polacchi, slovacchi, francesi e fiamminghi. Susanna, una ragazza dell’est da un anno ad Altamura, si avvicina e mi dice: ‘da come pronunci le parole pensavo tu fossi straniero. E invece sei solo del nord’. Del Nord. Quando te lo dice una slovacca, bionda, pallida e con gli occhi chiari, ti si gela il sangue nel cuore.

Piccoli momenti comici a parte, mi sento a casa a far lavoro di associazione. Organizzare eventi, recuperare materiali, contattare persone. É un modo di intendere la vita in cui, nel bene o nel male, mi sono cresciuto.
Link sta organizzando in questi giorni una cena aperta a tutti in una masseria in campagna per valorizzare un progetto legato alla salsa fatta con pomodori “responsabili”, cioè raccolti senza di mezzo caporalato e sfruttamento delle persone.

DSCF6217-001

E questi sono solo i primi pochi giorni. Mi rincuora sempre vedere una rete comunitaria ancora sana, ancora in funzione. Per me che non conosco i miei vicini di casa è impressionante e bello. Qualcosa che noi non sappiamo più o sempre di meno, sempre più a fatica.
Non voglio cadere in ingenuità turistiche, però li vedo più vicini, più insieme, e penso alle nostre tante sere a casa da soli, chiusi dentro, uno a uno. O fuori in locali inutili, insieme senza esserlo davvero, nel pratico, quotidianamente.

Il taccuino digitale annota e il cervello si gode tutto, registra e frulla in tante tante riflessioni.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...