Fuoco e intimidazioni dalle parti di Caserta

Poco fa ho letto con tristezza che nella stessa notte in cui è tremata la terra nel centro Italia, più a sud, a Santa Maria la Fossa, nel casertano, una banda di delinquenti ha appiccato il fuoco sui terreni dove svolgeva la propria attività l’associazione “Nero e non solo“, una realtà di impegno sociale che si occupa da anni, tra le altre cose, di contrastare camorra e caporalato evitando a molti ragazzi di finire dritti in schiavitù. I volontari che fanno parte dell’associazione li abbiamo conosciuti quest’anno durante il viaggio di istruzione con la 4^A, dedicato al tema della legalità; mandiamo a loro il nostro pensiero e la nostra solidarietà, ringraziandoli ancora per l’accoglienza che ci diedero e per quel che fanno quotidianamente.
La natura fa il suo corso, il terremoto è un evento spaventoso e tragico, ma di per sé implacabile. Culture e fenomeni mafiosi invece si possono evitare e combattere, molte realtà sui territori lo fanno e vanno sostenute in tutti i modi. Di quella settimana casertana ricordo il costante pensiero: i media ci raccontano il peggio, solo di quelli che appiccano il fuoco, tacciono il lavoro di molte persone che quel fuoco lo spengono e poi coltivano la terra

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...