Archivi categoria: Ambiente

Fuoco e intimidazioni dalle parti di Caserta

Poco fa ho letto con tristezza che nella stessa notte in cui è tremata la terra nel centro Italia, più a sud, a Santa Maria la Fossa, nel casertano, una banda di delinquenti ha appiccato il fuoco sui terreni dove svolgeva la propria attività l’associazione “Nero e non solo“, una realtà di impegno sociale che si occupa da anni, tra le altre cose, di contrastare camorra e caporalato evitando a molti ragazzi di finire dritti in schiavitù. I volontari che fanno parte dell’associazione li abbiamo conosciuti quest’anno durante il viaggio di istruzione con la 4^A, dedicato al tema della legalità; mandiamo a loro il nostro pensiero e la nostra solidarietà, ringraziandoli ancora per l’accoglienza che ci diedero e per quel che fanno quotidianamente.
La natura fa il suo corso, il terremoto è un evento spaventoso e tragico, ma di per sé implacabile. Culture e fenomeni mafiosi invece si possono evitare e combattere, molte realtà sui territori lo fanno e vanno sostenute in tutti i modi. Di quella settimana casertana ricordo il costante pensiero: i media ci raccontano il peggio, solo di quelli che appiccano il fuoco, tacciono il lavoro di molte persone che quel fuoco lo spengono e poi coltivano la terra

Annunci

Intervista ad Andrea Legni

Giovedì 7 aprile presso l’ARCI La.Lo.Co. Di Osnago è stato proiettato “Quale Petrolio?” documentario uscito un mese fa, che sta facendo il giro d’Italia in concomitanza con la campagna referendaria. A promuovere la serata il “Comitato Brianza Est”, una rete di associazioni che si sono unite, tra Monza e Lecco, per coordinare le attività della campagna a sostegno del “sì” in vista dell’ormai prossima consultazione. Ho colto l’occasione per fare qualche domanda ad Andrea Legni, giornalista freelance e autore di un breve, ma efficace, documentario che tutti dovrebbero aver l’occasione di vedere.

Andrea Legni
Andrea Legni

Chi ha lavorato con te a questo documentario?

«Il progetto è realizzato da una realtà indipendente – SMK Videofactory – composta da diverse professionalità che hanno deciso di collaborare alla realizzazione di inchieste come quella proiettata stasera. Il documentario è distribuito da “Distribuzioni dal basso».

Il progetto nasce in concomitanza alla campagna referendaria?

«Quando abbiamo cominciato a pensarci, all’inizio dell’autunno 2015, non tenevamo in considerazione il referendum e avevamo in mente un progetto più ampio, un’analisi di tutto il sistema energetico italiano nel suo complesso. Con l’avvicinarsi della data referendaria abbiamo deciso di selezionare una parte del materiale già registrato e farne una sintesi che potesse aiutare a impostare un ragionamento documentato anche riguardo ai temi del referendum».

Cosa racconta in sintesi il documentario? Continua a leggere Intervista ad Andrea Legni

L’urbanistica eccellente

A commentare le vicende urbanistiche lombarde ci si annoia. Con l’ultima legge approvata dalla giunta di Maroni (Lega Nord):
– sarà ampliata la fattispecie di interventi edilizi che i Comuni potranno autorizzare per trasformare la destinazione d’uso del suolo
– potranno essere realizzate opere nelle vicinanze di parchi e boschi
– potranno essere autorizzate manifestazioni con mezzi motorizzati lungo sentieri e mulattiere

Il centrodestra esulta: «è stato tolto un inutile balzello che frenava la crescita delle imprese», «provvedimento importante per far ripartire l’economia».

Stucchevoli, ritriti, anacronistici.

Terra di PLIS

TERRA DI PLIS_2014

I Parchi Locali di Interesse Sovracomunale (PLIS) – delirante denominazione a parte – non sono scatole vuote, ma strumenti utili al buon governo degli spazi aperti. Una serata per raccontarvi come e perché.

(Ho deciso di scrivere “spazi aperti”, termine  un poco vago, perché credo sia giunto il momento di limitare l’utilizzo dell’inflazionatissima parola “territorio”. Usata da chiunque, in ogni contesto, spesso a sproposito, bisognosa a mio parere di un periodo di depurazione.)