Archivi categoria: Eventi

Lettere dalla Kirghisia (e oltre)

Schermata 2015-10-30 a 00.15.19

Grazie al lusinghiero invito del gruppo di lettura della Biblioteca di Barzanò, in novembre, due appuntamenti, insieme a compagni di viaggio vecchi e nuovi, per parlare d’Asia o, più semplicemente, dell’idea che noi ci siamo fatti di alcuni dei suoi luoghi più significativi. Come sempre, in semplicità: i racconti  non saranno niente più che didascalie alle immagini raccolte lungo i tanti chilometri.

Annunci

Natura da vivere – 1^ Festa del Parco dei Colli Briantei

PLIS_2015_A2

Il Parco dei Colli Briantei è un progetto a cui crediamo da un po’.
Dopo aver approvato in consiglio comunale la sua estensione anche al territorio di Casatenovo, ci sembrava il caso, insieme al direttivo e all’assemblea delle associazioni del Parco, di organizzare un momento di festa. Una “tre giorni” che è, vuole essere, condivisione del cammino fatto, delle ricchezze che abbiamo attorno e della strada da fare in futuro.

La festa si svolgerà dal 15 al 17 maggio in Villa Mariani a Casatenovo (LC): cliccando qui potete scaricare il volantino completo.

PLIS_2015_fronte PLIS_2015_interno

Il venerdì e il sabato saranno interamente dedicati ai tesori naturalistici del Parco, la domenica il tema centrale sarà quello dei “Segni del Sacro”, il patrimonio religioso ancora oggi custodito tra cascine ed edicole nelle nostre campagne.
La prima serata aprirà le danze con un confronto tra le voci di chi vive il parco per i motivi più diversi: sportivi, educatori, fotografi, agricoltori, abitanti, sono invitati a portare sul palco l’esperienza che quotidianamente fanno del parco. Il dialogo sarà animato da Marzio Marzorati di Legambiente Lombardia e verrà intervallato da performance musicali dell’Atelier ProArt di Brugherio.

A partire da venerdì, all’interno di Villa Mariani, verranno esposte, una mostra sui funghi del Parco a cura del Gruppo Micologico Naturalistico di Usmate Velate, una mostra sulle rondini del Parco e alcune delle migliori immagini di fauna e flora del Parco a cura di fotografi professionisti di livello nazionale come Danilo Porta, Luca Fantoni e Alberto Canobbio. Gli stessi autori terranno un piccolo laboratorio di fotografia nel pomeriggio di sabato e presenteranno il loro ultimo impressionante lavoro fotografico sulla fauna e la flora di Brianza, sabato 16 maggio, alle ore 21, presso l’Auditorium “G. Fumagalli” di Villa Mariani.

La domenica si aprirà con l’escursione alla ricerca dei “Segni del Sacro” a cura dell’associazione “Sentieri e Cascine”. Partenza e arrivo previsti dal parco di Villa Mariani. Si percorreranno alcuni chilometri tra campi e cascine di Casatenovo, soffermandosi su segni conservati nel patrimonio rurale esistente e testimonianze dirette degli abitanti.

Il pomeriggio di domenica sarà tutto dedicato alle famiglie, con un piccolo mercato di produttori agricoli locali, due laboratori di educazione ambientale a cura della Associazione “Le libellule” rivolti a bambini e ragazzi e, alle 17.30, da un fantastico viaggio, per grandi e piccini, a cura di Marco Monguzzi, tra i miti e leggende delle piante che popolano i nostri boschi.

Per concludere in festa, la parte finale della giornata, a partire dalle ore 19, grazie alla collaborazione dei produttori agricoli e dello chef Giorgio Cabella, sarà dedicata ad un aperitivo a base di prodotti locali di stagione e da uno show cooking, dal vivo, nel giardino di Villa Mariani. Per quest’ultimo occorre prenotare scrivendo i nominativi dei partecipanti a vallenava@gmail.com entro il 12 maggio.

Vi aspettiamo!

La Cina in versione aperitivo

Ricordate “La Cina in seconda classe”?

L’Arci Pintupi di Verderio ci chiede di raccontarla in formato aperitivo. L’appuntamento è per domenica 29 marzo, ore 18.30, presso la sede dell’Arci nel bel mezzo del centro sportivo di Verderio.

DSCN5384

“Per capire di cosa parleremo dovete immaginarvi questo: pensate di arrivare a Shanghai il primo di agosto ed avere un mese di tempo per visitare la Cina profonda, quella delle province remote, con lo zaino in spalla e il treno come principale mezzo di locomozione. Usciti dal circuito turistico si piomba in un paese ricco di suggestioni e/o allucinazioni, dove nessuno parla una lingua comprensibile, una città può avere 24 milioni di abitanti e il reddito medio di un contadino nelle campagne più remote non supera i 100 euro annui. Dalle risaie terrazzate di LongSheng, ai deliri urbani di Yichang, dalla diga delle Tre Gole, la più grande al mondo, all’ultima comune maoista, che resiste all’avanzata del Capitale, un viaggio nella Cina meno conosciuta: un Paese che sta subendo una angosciante modernizzazione senza sviluppo, dove l’antico viene raso al suolo per fare spazio al nuovo domino di palazzoni, dove, quando c’è bisogno di spazio, si sbancano senza patemi dozzine di colline, dove le zampe di gallina sottovuoto sono uno snack tra i più apprezzati, dove fuori dalla capitale si riproduce il paesaggio della Borgogna in miniatura e i nuovi ricchi fanno a gara per abitarci. In una sera cercheremo di restituirvi non una fotografia della Cina, ma perlomeno, senza pretese, della nostra esperienza in Cina.”