Archivi categoria: Geografia

‘Sinistra desaparecida’, il nuovo libro di Alfredo Somoza

Oggi  sulle pagine di Vorrei una pagina dedicata all’ultimo libro di Alfredo. Buona lettura!

Alfredo Somoza presenta il suo ultimo libro sulla crisi delle forze progressiste nell’America Latina. A Vimercate parla del ruolo che l’America del Sud ha avuto negli ultimi anni a livello globale, di Papa Francesco che è “popolare, ma non di sinistra”, di Pepe Mujica che usa la lingua dei gaucho per far luce sul senso della vita e dell’impegno in politica. (continua qui)

La Cina del 2017. Intervista a Gabriele Battaglia

Nell’ultima conferenza di Davos abbiamo ascoltato il presidente Xi Jinping farsi difensore della globalizzazione; sempre più spesso vediamo, quella che un tempo fu la grande fabbrica a basso costo del mondo, presentarsi col vestito nuovo e il portafogli pieno a comprare aziende strategiche, materie prime, squadre di calcio, anche sui mercati europei. La Cina cambia in fretta e quel che era vero ieri non lo è più oggi. In queste righe ci siamo chiesti soprattutto come sarà domani e – pur nell’impossibilità oggettiva di dare una risposta – Gabriele non si è tirato indietro e ci ha detto la sua.

Sulle pagine di Vorrei una sintesi della lunga chiacchierata con Gabriele Battaglia, inviato di Internazionale e Radio Popolare in Cina. Buona lettura!

Due passi a Montevecchia tra vino e paesaggio

15978112_1182629118499935_8804779823248983020_n

Domenica 22 gennaio,  viene a trovarci in Brianza un gruppo di giovani geografi, provenienti dai quattro angoli della Lombardia e interessati a conoscere il Parco del Curone.
Nel Parco si incrociano almeno tre storie interessanti per chi si occupa di territori: il percorso trentennale di un ente che ha preservato e preserva spazi naturali e agricoli in una delle aree più densamente abitate della Lombardia; la storia di un vino che ha saputo guadagnarsi una certificazione IGT; e quella di un paesaggio agricolo che è tornato a vivere dopo l’abbandono.
Queste tre storie si incrociano in particolare tra le vigne e i terrazzamenti del parco.
Io ho l’onore e l’onere di fare da navigatore lungo strade e sentieri e di accompagnare il gruppo da Giovanni Zardoni, che da tempo segue le vicende del parco, ben conosce la storia del luogo e, non ultimo, è intenditore di vini nonché vignaiolo.

Per informazioni: qui.